Olio d’oliva: l’assaggio è un’arte

L’assaggio dell’olio è un processo che richiede una notevole sensibilità. Si inizia versando un cucchiaio di prodotto in un bicchiere, che scalderemo con la mano. Dopo la prova olfattiva, cioè una profonda aspirazione, confermeremo le prime impressioni con la prova del gusto, quella decisiva, che consiste nel metterne alcune gocce sulla lingua senza inghiottirlo. Un olio è pregiato quando, per esempio, è fresco (si sente bene il gusto dell’oliva), mandorlato, leggermente amarognolo, e gentile (poco aromatico), mentre viceversa sarà rancido, grossolano (mancanza di armonia e pulizia) e dal sapore metallico. I nostri sensi sono quindi gli unici veri strumenti che abbiamo per selezionare un olio di qualità che possa esaltare il nostro piacere a tavola.

Categorie
Curiosità
Ricette
curiosità
Olio d’oliva: l’assaggio è un’arte
Benessere e buon gusto: binomio possibile